Lettera aperta alla ministra Fedeli

Lei parla di refuso. No, Signora, non ci siamo. Gliel’ho detto che Lei dovrebbe controllare attentamente sul vocabolario ogni parola che pronuncia o scrive. Non è un refuso, TRACCIE, è uno strafalcione. Sa che cos’è, tecnicamente, in tipografia, un refuso? E’ il corrispondente del lapsus linguae nell’espressione orale e del lapsus calami nella scrittura corsiva (lapsus linguae , lapsus calami: ancora Latino; benedetti i custodi del lucignolo spento!). Dico, o scrivo, NAVE, mentre volevo dire, o scrivere, NEVE. Uno che scrive TRACCIE non fa un refuso, semplicemente esibisce la propria ignoranza ortografica; allo stesso modo in cui io esibisco la mia protezione a Zerlina per conquistarne il cuore ( e quella bestia di Leporello pretende di esibire la sua molestando le contadinotte).

Leggi il seguito