I vecchi e i giovani

I contestatori del Sessantotto, divenuti adulti, quando non sono finiti tra le file del terrorismo, si sono accomodati sulle poltrone di quel sistema che tanto esecravano, godendo di quegli stessi privilegi che a suo tempo dicevano di voler combattere. Le ragazzine di oggi, e i loro coetanei che le hanno elette a guide e banditrici di un verbo salvifico, nel sistema ci sono già dentro, fino al collo. Chissà mai che, maturando, non decidano di contestarlo, rovesciando il percorso dei sessantottini. Ci sarebbe davvero da divertirsi.

Leggi il seguito