Sea Watch

Quel che più mi sconcerta nella vicenda della nave “Sea Watch” è la reazione di tutto il mondo statalista, dai bravi cattolici che inneggiano alle aperture del papa regnante a tutta la sinistra progressista che ha dimenticato gli operai e se la fila con il peggior capitalismo. Riepiloghiamo un momento. Una nave appartenente a una ONG tedesca e battente bandiera olandese raccoglie alcuni migranti che provengono dalle coste della Libia. Invece di riportarli in Libia, dove sicuramente li attenderebbe una vita grama, senza esclusione di torture e sevizie, punta verso il porto di Lampedusa, chiedendo di potervi sbarcare. In base al “Decreto Sicurezza” che il Parlamento italiano ha da poco approvato, il permesso viene negato. Si fa appello alla Corte di Giustizia di Strasburgo, che non rileva illegittimità alcuna nella posizione del governo italiano. Dopo quattordici giorni di attesa, la nave decide di forzare il blocco del porto, speronando un’ imbarcazione della Guardia di Finanza che tenta di impedirle il passaggio, col rischio di provocare danni anche biologici, con morti e feriti (per fortuna evitati).

Leggi il seguito

Magistratura e democrazia

Sogno un sistema dove i giudici sono arbitri privati e i pubblici ministeri non esistono. Niente democrazia, ancora una volta mercato e solo mercato. Le agenzie giudiziarie che lavorano meglio e si dimostrano più imparziali saranno premiate, le altre dovranno chiudere. Le parti in lite potranno scegliere di comune accordo, tramite i loro avvocati, l’agenzia che ritengono più affidabile.

Leggi il seguito

La Befana vien di notte

I prezzi salirono in pochi mesi alle stelle. Nessuno ne gongolava. L’economia entrava in una gravissima crisi. L’oro scomparve, in base alla famosa Legge di Gresham, secondo cui la moneta cattiva scaccia quella buona. Uno potrebbe chiedersi: ma non dovrebbe essere il contrario? Di solito, sono le merci buone a espungere dal mercato quelle cattive. Sì, ma le merci cattive sono soggette al prezzo di mercato, corrrispondente al punto in cui la curva della domanda si interseca con quella dell’offerta; invece il rapporto fra moneta cattiva e moneta buona è fissato per legge. Se una moneta d’argento da Lire 500 vale, per legge, come una banconota su cui è stampata la medesima cifra, è inevitabile che la moneta d’argento venga tesaurizzata e scompaia dalla circolazione. Così capitava in Italia negli anni Sessanta dello scorso secolo. E’ questo il motivo per cui i sistemi bimetallici di solito si rivelano inefficienti. Se il rapporto oro-argento è fissato per legge e non corrisponde ai valori di mercato, è inevitabile che la moneta più preziosa, quella d’oro, scompaia dalla circolazione.

Leggi il seguito

Berlusconi l’animalista

A diventar vecchi si rimbambisce. L’ho già detto: sarà anche politicamente scorretto, ma è così. Abbiamo guadagnato qualcosa ad allungar la vita media? Ne dubito. Aveva ragione Leopardi, quando nel “Dialogo di un Fisico e di un Metafisico” delle Operette morali diceva che prima di allungare la vita bisognerebbe trovare il modo di renderla felice. Un vecchio rimbambito è felice? Qualche volta può anche esserlo; a patto che non si renda conto del suo rimbambimento.

Leggi il seguito